Archivio

Archivio Febbraio 2006

La competitività per DSL.

2 Febbraio 2006 Commenti chiusi

La competitività è massimizzata:
1)Azzerando il Deficit Pubblico, percui deve valere :
Entrata Pubblica = Spesa Pubblica ;

2)Azzerando il Debito Pubblico;
– al 31/12/2005 era 1537 mld;

L’azzeramento del DefPA, del DebPA e la politica di redistribuzione della ricchezza proposta da DSL producono una forte domanda di consumi, quindi di investimenti e di occupazione.

Per evitare effetti inflazionistici, è indispensabile limitare il numero dei legislatori (da 285 a 315) ed il tetto di spesa per la politica come proposto da ADSL (http://adsl_.blog.tiscali.it).

L’azzeramento del deficit pubblico (DefPA) e del debito pubblico(DebPA)e la limitazione della Spesa per la funzione legislativa e per la funzione politica e la sua correlazione con il PIL (ovvero con il Reddito Nazionale)producono con effetto a catena la massimizzazione della competitività di un qualsiasi sistema (italiano e non ).
Appare quindi evidente che un qualsiasi partito politico, ed il suo relativo programma , non può limitare il conseguimento di un obiettivo di competitività a obiettivi come “la certezza del diritto” o “la legalità”, perchè questi devono essere valori e presupposti di un qualsiasi sistema.

Una qualsiasi proposta politico-programmatica deve quindi indicare interventi specifici , altrimenti si galleggia nell’aria fritta delle promesse e delle buone intenzioni , buone, ovviamente per i “poveri di spirito” ma sicuramente inutili per il risanamento, la competitività, ed il progresso.

A questo punto bisogna entrare nella dinamica tecnica del sistema fissando le quantità obiettivo relative al risanamento, alla competitività ed al progresso da conseguire, e procedere con la relativa:

1) analisi della situazione al 1/1/2006
2) analisi degli interventi da attuare in 5 anni;
3) verifica al 31/12/2010.

continua ..

Riferimenti: La competitività per DSL